Utilizziamo i cookies per offrirti una navigazione personalizzata e migliorare il nostro sito.
Per maggiori informazioni su cosa sono i cookies, come li utilizziamo e come rimuoverli, consulta la nostra Informativa sui cookies.
Iniziando la navigazione del sito, acconsenti all’uso dei cookies.

Pallavolo - Cena e premiazioni per Plastipol e Cantine Rasore

Pubblicato: Mercoledì, 29 Giugno 2016 Scritto da Segreteria

cena socialeCome di consueto la Pallavolo Ovada ha messo il sigillo alla stagione delle due prime squadre con la cena sociale. Venerdì 10 giugno dirigenti, tecnici, atleti e simpatizzanti si sono ritrovati nella tradizionale cornice del Ristorante Vetta di Cremolino per rivivere in allegria una stagione trascorsa insieme. E' stata l'occasione anche di un consuntivo tecnico, che ha visto come noto percorsi molto diversi tra la formazione maschile e quella femminile. Sugli scudi naturalmente la serie C maschile, protagonista di risultati che sono andati al di là delle più rosee aspettative della vigilia: i ragazzi di coach Ravera hanno infatti saputo conquistare un insperato playoff per la promozione in serie B nazionale, sapendo oltretutto lottare su ottimi livelli nella post season, prima contro il Savigliano (promosso infine in B) e poi contro il Santhià.

Diverso il destino della prima squadra femminile, giunta penultima e condannata pertanto alla retrocessione in serie D. Il rischio retrocessione era stato messo in conto ad inizio stagione, scommettendo su di un organico molto rinnovato e sicuramente in debito di esperienza per una categoria come la serie C. Rischio che purtroppo si è fatto più concreto con le ulteriori defezioni di atlete giunte a stagione in corso, fattore che ha costretto ad un successivo drastico ringiovanimento del sestetto. Un plauso in ogni caso a questo gruppo va tributato: le ragazze di coach Gombi, infatti, pur virtualmente retrocesse da tempo, hanno saputo onorare il campionato sino alla fine, non lesinando nulla sul piano dell'impegno.
Nel corso della serata sono stati anche premiati, come avviene da moltissimi anni, miglior giocatore e miglior giocatrice della stagione. Un momento molto atteso da tutti gli atleti, per i quali la targa offerta dalla testata giornalistica "Ovadasport" è sicuramente un ambito riconoscimento. In campo maschile il premio è andato a Matteo Castellari, l'opposto genovese che in più di una gara ha saputo fare la differenza. In campo femminile targa assegnata a Francesca Lazzarini, libero, ovadese doc che ha fatto tutto il suo percorso nel settore giovanile, cresciuta molto nella padronanza del suo ruolo.