Utilizziamo i cookies per offrirti una navigazione personalizzata e migliorare il nostro sito.
Per maggiori informazioni su cosa sono i cookies, come li utilizziamo e come rimuoverli, consulta la nostra Informativa sui cookies.
Iniziando la navigazione del sito, acconsenti all’uso dei cookies.

tutto sotto controllo rubrica Ovada in Sport

Organizziamoci alla svelta

Pubblicato: Giovedì, 02 Luglio 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

tarditoGli accadimenti negativi verificatisi durante lo svolgimento di alcune gare, al di la ed al di fuori della sacrosanta rabbia che "colpisce" i partecipanti, ci porta, a mente fredda e non essendo stati fortunatamente mai presenti a qualcuna di queste, per fortuna non frequenti, "disorganizzazioni", ad alcune considerazioni che crediamo assai condivisibili.
Organizzare una gara, una qualsiasi gara podistica, anche di non elevata numerica, comporta il preciso rispetto di alcune regole dalle quali nessun organizzatore deve poter prescindere. Spina dorsale di una manifestazione è la capacità organizzativa di chi o di coloro che intendono realizzarla.
Si deve conoscere molto bene il territorio, le potenzialità proprie e dei vari percorsi con la possibilità di rendere, con l'aiuto di altre persone, tali percorsi assolutamente sicuri e, almeno al passaggio dei podisti, vietati al transito veicolare. Se si capisce che non si è in grado di garantire almeno questo allora è meglio non farne nulla.

Leggi tutto: Organizziamoci alla svelta

Podismo - Abbasso il numero!!!

Pubblicato: Giovedì, 19 Marzo 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

0319bessini 860pxlLa nostra non è certo un'affermazione contro una della tante ostiche, per noi, applicazioni derivanti dalla combinazione numerica della serie da 0 a 9, ma la puntualizzazione su alcuni aspetti degli arrivi nelle gare podistiche importanti o meno che, puntualmente, si stanno verificando da anni e che paiono difficili da debellare.
Ci riferiamo quindi al "famigerato" pettorale che, per sua stessa etimologia, sul petto di chi corre dovrebbe stare in bella evidenza e non già su cosce o "paesi bassi".
Il pettorale, con le sua cifre identifica chi sta correndo ed all'arrivo, certifica che quella stessa persona ha tagliato "regolarmente" il traguardo.
Nelle manifestazioni di elevato o buon livello esiste il chip che sistemato laddove deve stare, garantisce il regolare passaggio dell'atleta lungo tutto il percorso di gara, pena l'eliminazione dall'ordine di arrivo.

Leggi tutto: Podismo - Abbasso il numero!!!

Podismo - Certificati si o no?

Pubblicato: Martedì, 03 Marzo 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

0303salvatore costantino 1024pxl didascIn tanti Paesi del mondo per chiunque desideri partecipare anche solo a livello dilettantistico ad una qualsiasi competizione a carattere agonistico è necessario affrontare un'apposita visita medico-sportiva che stabilisca la sua perfetta idoneità a cimentarsi in tale disciplina. Va da se che la visita medica, pur accurata e coscienziosa, non può garantire al 100% l'atleta dall'incorrere in patologie cardiache anche gravi, come in alcuni casi puntualmente accade.
Di contro, per le competizioni definite "non agonistiche" tale visita non è prevista, rientrando, questo tipo di manifestazione nel novero delle attività definite appunto "non agonistiche" e che, in via teorica, dovrebbero sottoporre il fisico della persona ad un minore "carico" per cuore, arti e quanto ne consegue dalla pratica di tale attività svolta, sempre teoricamente in maniera soft.

Leggi tutto: Podismo - Certificati si o no?

Podismo - Ancora scontro tra Fidal ed EPS?

Pubblicato: Sabato, 14 Febbraio 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

giulio cravinNon so quanto di "effettivamente consistente" ci sia nelle ultime "schermaglie" tra la Fidal Piemonte e gli Enti di Promozione Sportiva ed in particolare la UISP, ma una cosa è certa: c'è maretta... Da qualche anno la politica Fidal verso gli Amatori che sono poi la stragrande maggioranza dei suoi iscritti, sembra più votata alla distruzione che al tentativo di creare un rapporto sereno e costruttivo con questo "pianeta" di giovani e meno giovani che fanno podismo spesso solo per passione o per tenersi in forma.
Pochi sono quelli che aspirano a qualcosa di più e quei pochi sono spesso "preda" di allenatori e "sedicenti manager" più interessati a far soldi che a costruire un discorso ed un progetto a lungo termine. I risultati, a livello internazionale sono sotto gli occhi di tutti. Poche, anzi rare punte di diamante e per lo più in non tenerissima età e dietro di loro il deserto.

Leggi tutto: Podismo - Ancora scontro tra Fidal ed EPS?

Podismo - Uno spazio per stare con gli altri

Pubblicato: Mercoledì, 04 Febbraio 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

partenza vivi podismo tutto sotto controlloEccoci agli amici podisti con un nuovo spazio tutto per noi, per i "podisti veri", quelli che la corsa non la pensano come un modo per mettersi in mostra e farsi dire dagli amici e ...da qualche ragazza... di come sono bravi. E questo spazio non è neppure per quelli che corrono per il "premio" o gareggiano solo quando in categoria ci sono quelli che si ritengono "più deboli". No, questo spazio non è per loro, per loro necessitano spazi più grandi che non ci sentiamo di dargli.
Vorremmo trattare la corsa come "stile di vita" come passione, come "lo star bene con se stessi e con gli altri". Ecco dove vogliamo colpire, dove la corsa è un mezzo, solo un semplice mezzo per condividere con gli altri la gioia di poterlo fare, di poter gareggiare senza il patema d'animo di battere qualcosa o qualcuno. Non è uno stato d'animo semplice. E' una involuzione che si matura con gli anni quando si capisce che il bello della corsa è anche stare con gli altri e sentirsi parte di un tutto.

Leggi tutto: Podismo - Uno spazio per stare con gli altri

Podismo - Anticipatori Anonima Sarti & C.

Pubblicato: Sabato, 31 Gennaio 2015
Scritto da Pier Marco Gallo

Ci siamo riusciti, abbiamo "fondato" una nuova Società "La Anticipatori Anonima Sarti & C."della quale mai faremo parte. Si inizia dal podismo, anzi da una gara, una qualsiasi gara importante o meno, meglio se di paese e su strade conosciute  che dopo qualche km si perdono nella campagna. Ecco l'occasione perfetta. Pochi controlli, pochi giudici e nessuno sul percorso che si conosce alla perfezione o che si era magari provato in parte poco prima. L'occasione è davvero ghiotta, impareranno quelli che arrivano sempre prima!!! Si parte, o meglio partono gli altri, perchè noi di soppiatto siamo gia avanti, molto avanti e trotterelliamo felici verso l'arrivo. Ci superano i più veloci che non fanno certo caso ad uno che corre senza numero (o meglio con il numero nascosto da una doppia maglietta), passano anche quelli un po' meno veloci e noi continuiamo la nostra corsa. Poi, quando c'è una frattura e nessuno in vista, via la"seconda pelle" e via anche verso il traguardo dove arriviamo trafelati (sarà il rimorso?) ed in buona posizione in categoria.

Leggi tutto: Podismo - Anticipatori Anonima Sarti & C.